Tassa di Soggiorno in Croazia

Tassa di Soggiorno in Croazia

Novita’ a partire dal 7 giugno 2010 nel pagamento della tassa di soggiorno. Non si paghera’ piu’ nei marina ma nelle capitanerie e non fara’ piu’ riferimento alle persone, ma alla barca.

Questo il costo del ”bollino” forfettario, con un paio di esempi: per le imbarcazioni da 5 a 9 metri si dovranno pagare 150 kune (20,7 euro) per un soggiorno inferiore agli 8 giorni. Il balzello per un anno costa invece mille kune (138 euro). I titolari dei natanti da 9 a 12 metri andranno da un minimo di 200 kune, circa 27,6 euro, a un massimo di 1.100 kune (152 euro). Per i cabinati da 12 a 15 metri, il tariffario partirà da un minimo di 300 (41,5) a un massimo di 1.300 kune (180 euro). Il massimo e’ pagato da imbarcazioni di  lunghezza superiore ai 20 metri, con imposta forfettaria della durata di un anno: 1.700 kune, pari a 235 euro. Stesso prezzo per diportisti croati e quelli giunti da oltreconfine.

 

Internet in croazia

Internet in Croazia

Un interessante articolo di Alessio Vremec dove e’ possibile trovare ogni informazione in merito alla connessione internet in Croazia.

 

Come collegarsi ad internet in Croazia

Nell’estate 2009 ho sperimentato tre sistemi per il collegamento ad internet in Croazia.


1. Chiavetta internet usb da collegare al pc.

E’ la soluzione piu’ semplice e veloce.
Esistono chiavette T-mobile, VIP, Tele2, i cui prezzi circa si equivalgono.
Io ho provato 2 chiavette VIP, modello “Vipme Broadband Vodafone Mobile Connect USB stick”.
Costo: 179 kune, circa 25 euro, comprensivo della chiavetta, della SIM e dell’opzione 200 MB (Opcija 200) di traffico per un mese.
Le ho collegate sia a Windows XP che Vista. In entrambi i casi basta infilare la sim nella chiavetta ed inserire la chiavetta nella porta usb del pc, senza bisogno di CD di installazione.
L’installazione e’ automatica ed in italiano, dura qualche minuto, ed alla fine compaiono sul desktop 2 icone, la prima serve per collegarsi ad internet, la seconda ad inviare sms.
Al primo collegamento viene chiesto il PIN, che e’ scritto sulla confezione, e si puo’ scegliere di non doverlo piu’ digitare nei collegamenti successivi. Dopo pochi secondi si e’ connessi.
Nella confezione e’ compreso anche un cavetto USB, da usare come antenna se il segnale e’ basso.
Si puo’ ricaricare con scheda prepagata in vendita un po’ dappertutto, o anche attraverso gli sportelli ATM.
Per ricaricare tramite scheda prepagata, si puo’ farlo sul sito www.vipnet.hr in croato o in inglese, oppure si puo’ inserire la sim in un telefonino e digitare *103* numero a 14 cifre della scheda prepagata # e premere il tasto di chiamata.
Esaurito il traffico, la tariffa base e’ 1kn/MB, ma si puo’ attivare una delle seguenti opzioni che durano sempre 30 giorni (il numero dell’opzione sono i MB acquistati):
Opcija 75: 50Kn
Opcija 200: 100Kn
Opcija 500: 200Kn
Si attiva mandando il numero del opzione (75, 200, 500) via SMS al numero 799. L’attivazione e’ confermata via SMS.
Vantaggi:
– facilita’ di installazione
– velocita’ di navigazione internet fino a 7,2 Mbit/s in UMTS/HSDPA
Svantaggi:
– il segnale UMTS/HSDPA si becca solo nelle marine o nelle citta’; il giro per le isole si naviga lentamente con il GPRS a circa 100 Kbit/s
– solo dati, non si puo’ telefonare

2. Utilizzo del cellulare come modem collegato al pc con una normale SIM voce.

Costo della SIM croata: 100 kune, circa 14 euro, con 100 kune di traffico incluso; con 30 delle 100 kune si puo’ attivare l’opzione 100 MB per la durata di un mese.
Io ho provato la SIM della VIP, modello Vipme. E’ una normale SIM voce in vendita dappertutto, che puo’ anche essere usata per chiamare l’Italia a tariffe intorno ai 50 cent al minuto, molto meno che telefonare con la propria sim italiana, che costa 1 o 2 euro al minuto, a seconda del gestore.
Se non viene ricaricata, la sim scade dopo 6 mesi.
La sim nuova ha bisogno di:
– essere attivata: mandare un sms con il testo “REG” al n.121. Ora la sim e’ attiva e da questa data decorrono i 6 mesi di validita’.
– alla successiva risposta mandare via sms, sempre al n.121, i propri dati nel formato “nome,cognome,via e n.,cap,citta,stato”. Questo secondo sms non e’ obbligatorio, come pure si puo’ anche scrivere paolino paperino, ma inviando i dati corretti si riceve a casa una lettera con una password per registrarsi sul sito ed un bonus di 30kn.
– attivare il gprs: mandare un sms con il testo “gprs” al n.777
– poi conviene attivare un’opzione tipo surf20 o surf100, che danno rispettivamente 20 o 100 mega di traffico gprs e dura 30 giorni al costo di 15 o 30 kune. Per attivare, mandare un sms con il testo “surf20” o “surf100” al n.792. Se si esaurisce il traffico, si puo’ attivare l’opzione piu’ volte nei 30 giorni. Il costo viene scalato dal credito residuo.
L’opzione viene prorogata automaticamente alla fine dei 30 giorni. Per disdirla, inviare un sms con il testo “-surf” al n.792; attenzione che l’opzione scade immediatamente dopo l’invio del sms, e non alla fine dei 30 giorni. Si puo’ inviare questo sms anche dall’Italia.
In una settimana di utilizzo per consultare due volte al giorno i siti meteo e qualche volta la posta, abbiamo utilizzato 32 MB, quindi l’opzione surf100 e’ largamente sufficiente.
Per controllare quanti mega di traffico dati sono rimasti, inviare un sms con il testo “?” al n.792.
Per conoscere il credito residuo:
– chiamare il n.7788 e poi digitare 1 (messaggio vocale, vi dice anche la data di scadenza della sim)
– oppure digitare *101# (messaggio di testo).
Per cambiare la lingua da croato a inglese:
– chiamare il n.7788
– digitare 4 (=cambia)
– digitare 8 (=inglese)
Configurazione del cellulare.
Per utilizzare la sim per connettersi ad internet, occorre che il cellulare si dotato di gprs (da 5 anni a questa parte quasi tutti lo sono), e che si possa collegare il cellulare al pc, e’ indifferente se con il cavetto, bluetooth o infrarossi.
Codice punto di accesso (APN): gprs0.vipnet.hr
Username: 38591
Password: 38591
Procedura di collegamento del cellulare al pc.
Una volta connesso il cellulare al pc (cavetto, bluetooth o infrarossi), il cellulare compare tra i modem.
Per verificare che il collegamento pc-cellulare funzioni:
– andare in Pannello di Controllo ed aprire Opzioni modem e telefono
– selezionare il modem del telefonino dal menu’ a tendina
– scegliere Proprieta’, poi Diagnostica ed infine Interroga modem
Se dopo qualche secondo compare una lista di comandi strani con la scritta OK, l’installazione del cellulare come modem funziona.
Selezionare OK e procedere con la creazione della connessione di rete:
– andare in Pannello di Controllo ed aprire Connessioni di rete
– selezionare Crea nuova connessione e cliccare su Avanti
– selezionare Connessione a Internet
– selezionare Imposta connessione manualmente
– selezionare Connessione tramite modem remoto
– selezionare il modem corrispondente al proprio cellulare
– scegliere ed inserire il nome della connessione, per esempio “Connessione VIP Croazia”
– come numero da chiamare inserire *99***1#
– premere Avanti in tutte le successive finestre di dialogo.
A questo punto il cellulare e’ collegato al pc ed e’ stata creata una connessione di rete.
Per specificare a quale rete ci si vuole collegare (vipnet), bisogna ancora:
– andare in Pannello di Controllo ed aprire Opzioni modem e telefono
– selezionare il modem del telefonino dal menu’ a tendina
– scegliere Proprieta’, poi Avanzate
– inserire la seguente stringa, apici compresi: +cgdcont=1,”IP”,”gprs0.vipnet.hr”
– premere OK
Ultima operazione: dalle impostazioni del proprio cellulare, disattivare la richiesta del pin.
A questo punto ci si puo’ finalmente connettere ad internet.
Della finestra Connessioni di rete selezionare la connessione appena creata e premere Componi.
In pochi secondi si dovrebbe essere connessi.
Il nome utente e la password possono essere lasciati in bianco, anche se sul sito vipnet e’ indicato di scrivere per entrambi in codice 38591.
Questi sono i
siti meteo Croazia che abbiamo utilizzato.
Vantaggi:
– Con la stessa SIM si puo’ navigare e telefonare in Italia a costi ridotti
– Costa meno
Svantaggi:
– qualche passaggio per configurare SIM / Cellulare / PC
– viaggia sempre via gprs, quindi piu’ lenta della chiavetta (quando questa becca UMTS, altrimenti sono uguali)

3. Direttamente sul proprio cellulare.

Si puo’ utilizzare il proprio cellulare con sim italiana per navigare in internet sui siti meteo sviluppati per i cellulari e quindi con pochissimo scambio di dati.
Piu’ o meno tutti i cellulari, da 5 anni hanno la possibilita’ di navigare in internet via gprs. E moltissimi dei siti principali hanno alcune pagine ridotte sia come grafica che come immagini proprio per essere viste tramite cellulare.
Per configurare il cellulare per navigare in internet, ogni gestore ha la sua pagina di istruzioni. Spesso il gestore puo’ mandare un sms che fa la configurazione in modo automatico.
Se il navigatore installato nel cellulare non e’ molto evoluto, si puo’ utilizzare
Opera Mini, un vero gioiellino.
Costi.
I pacchetti dati offerti dai gestori italiani valgono solo in Italia, mentre all’estero si paga a consumo. In Croazia il costo varia a seconda del gestore, tra i 1.25 (Wind) e i 1.80 (Tim) eurocent ogni kB di dati scambiati.
Per dare un ordine di grandezza, il bollettino meteo per l’Adriatico emesso 2 volte al giorno dal centro meteo di Spalato consuma tra i 2 ed i 4 kB, quindi tra i 3 ed i 7 centesimi.
Le pagine meteo di winguru e windfinder per cellulari sono meno di 2 kB.
Questi sono i
siti meteo Croazia per cellulari che abbiamo utilizzato.
Vantaggi:
– nessun acquisto di sim croata
– configurazione e test del cellulare si possono fare con calma in Italia
Svantaggi:
– utilizzabile solo per le informazioni meteo essenziali, altrimenti il costo aumenta a dismisura
– qualche passaggio per configurare il cellulare, ma si puo’ fare con calma in Italia.

Note per configurazione del pc.

Dato che si paga a consumo, conviene disattivare gli aggiornamenti automatici di tutto cio’ che si riesce: Windows, antivirus, google, java, acrobat….
Ogni programma ha questa possibilita’, nascosta tra mille opzioni.
Il modo piu’ veloce.
– aggiornamenti automatici di windows: pannello di controllo / aggiornamenti / disattiva aggiornamenti automatici
– tutto il resto: esegui / msconfig / servizi + startup: deselezionare tutte le voci che contengono la parola update o qualcosa di simile. Ricordarsi di riattivarle quando ci torna a casa. Attenzione che puo’ essere un’operazione pericolosa, io non rispondo.
Se si vuole consultare la posta e si usa outlook o thunderbird o altri programmi di posta installati sul pc, conviene attivare l’opzione “scarica solo le intestazioni” o qualcosa del genere, in modo da scegliere cosa si vuole scaricare e leggere, evitando per esempio allegati pesanti. Oppure leggere la posta sul sito web.

Alessio Vremec, settembre 2009

 

Navigare in croazia

Navigare in Croazia

Notizie e informazioni per chi intende navigare in Croazia. Informazioni relative all’arrivo, capitanerie, permesso, lista passeggeri, vignetta, costi, patente. Molto interessanti sono 5 itinerari nel Quarnaro ( li potete trovare sotto la voce  LINK INTERESSANTI – PORTOLANO DI QUARNARO ). Nel sito e’ possibile trovare l’elenco completo ( indiririzzo, telefono e responsabile) che comunque abbiamo scaricato e alleghiamo.capitanerie di porto in Croazia.doc

http://www.croaziainfo.it/Nautica.html

777

777  Porti ed ancoraggi Istria,Dalmazia e Montenegro

Da non perdere questa guida curata in edizione italiana da Silvia e Piero Magnabosco. Non un semplice portolano, ma una preziosa guida con indicazione di centinaia di porti, numerose carte, baie, fondali, secche, notizie sulle capitanerie, numeri telefonici, meteo, ormeggi sicuri e pericoli per la navigazione. Giunto alla quarta edizione, aggiornato al 2007 , viene venduto a 34 euro.  Esiste anche una versione in Inglese in terza edizione aggiornata al 2008. Un utilissimo regalo di Natale!