Pigafetta 500

Venezia- Una barca italiana ripercorre la rotta di Magellano e Antonio Pigafetta attorno al globo. Era il 10 agosto del 1519 quando, a bordo della nave ammiraglia Trinidad, accompagnata nel suo viaggio da altre quattro navi, il navigatore portoghese Ferdinando Magellano, in servizio per la Spagna, salpò dal porto di San Lucar de Barramela, nel sud della Spagna a poche miglia da Cadice, alla ricerca di una via alternativa per raggiungere le ricche isole delle Spezie, chiave del commercio marittimo mondiale del Siglo de Oro, la cui rotta allora era in mano portoghese dopo i viaggi di Vasco da Gama e di Bartolomeo Dias lungo le coste dell’Africa e oltre Buona Speranza.

Con Magellano c’era, come noto, anche un cartografo italiano, Antonio Pigafetta di Vicenza. A lui si deve la pubblicazione, tra il 1524 e il 1525, della “Relazione del primo viaggio intorno al mondo”, celebre resoconto della prima circumnavigazione del globo.

Quasi cinque secoli sono trascorsi dall’impresa di Magellano, che però non ne vide la fine restando ucciso in un conflitto con nativi nelle Filippine. Così, per celebrare la prima circumnavigazione del mondo a cui prese parte anche un italiano, alcune associazioni veliche del vicentino hanno promosso il Progetto Pigafetta 500. Si ripercorrerà la rotta compiuta da Pigafetta dall’Europa alle Isole delle Spezie e ritorno: San Lucar de Barrameda, Stretto di Magellano, Brunei, Capo di Buona Speranza.

Al viaggio, suddiviso in 38 tappe, potranno prender parte sia velisti esperti sia principianti. A ogni tratta potranno iscriversi massimo 8 persone.

All’iniziativa hanno collaborato Patrizio Roversi e Syusy Blady, noti per la trasmissione su Raitre “Velisti per caso”, che metteranno a disposizione la propria barca Adriatica, uno sloop di 22 metri.

Si spiegheranno le vele il 18 agosto 2013 da piazza San Marco a Venezia con prua Palermo. Secondo le previsioni degli organizzatori, si farà ritorno il 25 aprile del 2015. Si navigherà percorrendo 35.000 miglia per un totale di 610 giorni di viaggio.

Per quanto riguarda i prezzi, gli organizzatori comunicano che per gli associati le iscrizioni partiranno dall’8 gennaio, mentre per tutti gli altri dal 1 febbraio. Un giorno di navigazione verrà a costare 120 euro (cambusa  esclusa – la spesa verrà fatta sul luogo). Una volta prenotata la tappa dovrà essere versato un acconto di 500 euro. Se entro il 30 aprile 2013 non ci saranno abbastanza iscritti, i soldi saranno restituiti.

Scheda tecnica Adriatica:
Lunghezza scafo  22 m
Larghezza  5,5 m
Immersione  4 m
Sup. velica  199 mq
Cabine 5 (doppiee triple)
Bagni 5

www.pigafetta500.it

tratto da farevela.net

Elenco siti vendite online

In allegato alcuni siti che vendono online prodotti e attrezzature per la barca:

http://www.busse-yachtshop.de/index.html

http://www.cactusnav.com/index.php

http://www.compass24.com/navi.pl?datei=index.html

http://www.defender.com/

http://www.force4.co.uk/default.aspx

http://www.islandparadise.it/nautica/articolinautica.asp

http://www.mailspeedmarine.com/

http://www.marinesuperstore.com/

http://www.motomarine.it/indice_gruppi.asp

http://www.nautimarket.net/shop/

http://www.oltrevela.com/index.php?&stores_id=1

http://www.pontemagra.com/

http://www.sailorclub.it/ita/catalog/chartplotter/raymarine-a57.html

http://www.sailormarket.com/index.asp

http://www.scubamarket.com/index.php?/italian/Nautica.html

http://www.seamarknunn.com/index.html

http://www.solemarnautica.it/it/home/default.asp

http://www.spraystore.it/

http://www.tcschandlery.co.uk/

http://www.tuttopescamare.com/nautica

http://www.yachtbits.com/raymarine/_seatalk1_to_seatalkng_converter_kit_e22158.php

https://www.svb.de/cgi-bin/svb.pl?make=start_homepage&lge=&res=high&zbs= 

http://www.kenixmarine.com/ 

http://nauticamancini.com

http://www.toplicht.de 

http://www.mondomareshop.com/ 

http://www.seamarknunn.com/acatalog/Toilets.html 

 

Noleggio della barca tra privati

Tratto da www.newsliguria.com

 

La possibilità di noleggiare la propria barca da parte dei privati è diventata realtà. Ecco le ultimissime, e cosa è cambiato in questi ultimi giorni, in quattro precisi punti stilati dai nostri amici del Giornale della Vela

 

E’ stato finalmente pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il cosiddetto Decreto Liberalizzazioni, divenuto ora dunque legge a tutti gli effetti. Dall’analisi del testo possiamo ora fornirvi alcune precisazioni a proposito della possibilità da parte dei privati di noleggiare la propria imbarcazione.

 

In pratica, il possessore di un’unità superiore ai dieci metri potrà noleggiare la propria barca come già avviene per il proprietario di una casa, magari per ripagarsi le spese di gestione del posto barca e della manutenzione; dall’altro lato, le agenzie di charter dovrebbero più facilmente poter reperire sul mercato imbarcazioni disponibili al noleggio.
 

Ecco i quattro punti principali del noleggio da parte di privati

 

1. E’ possibile noleggiare in forma occasionale ogni imbarcazione sopra i dieci metri di lunghezza (anche quando la barca è in leasing).

 

2. Il noleggio potrà essere esercitato dallo stesso armatore proprietario dell’imbarcazione o da persona da lui designata, con obbligo di patente nautica per le imbarcazioni (10-24 m) e di titolo professionale per le navi da diporto (quelle maggiori di 24 m).
 

 

3. Prima di effettuare il noleggio è obbligatorio comunicarlo via telematica (le modalità precise devono essere oggetto di un decreto) all’Agenzia delle Entrate e alla Capitaneria di Porto. In caso si impieghi del personale, va effettuata anche una comunicazione all’INPS e all’INAIL.
 

 

4. Se i proventi derivanti dall’attività di noleggio non superano i 30.000 euro all’anno, è possibile assoggettarli a un’imposta sostitutiva del 20 per cento, con esclusione della detraibilità dei costi e delle spese sostenute per l’attività di noleggio.