Personaggi della Vela:Mauro Pelaschier

Personaggi della Vela:Mauro Pelaschier

Tratto da www.navis.it il profilo del campione friulano.

Mauro nasce nel 1949 a Monfalcone(GO) da una famiglia originaria di Pola (ISTRIA), e comincia a veleggiare alla SVOC (Società Vela Oscar Cosulich), seguendo la tradizione di famiglia di nonno Francesco, Mastro d’ascia, di papà Adelchi e dello zio Annibale, grandi velisti plurititolati, Olimpionici nel 52, 56, 64.
Dopo le prime esperienze sui Dinghy 12 e sui FJ. Vince nella classe Finn, singolo olimpico, nove titoli Italiani tra il 1964 ed il 1977, il Bronzo ai Campionati Europei 74 ed un Bronzo ed un Oro ai Giochi del Mediterraneo nel 72 e nel 75.
Vince numerose classiche Internazionali tra cui:
La settimana Preolimpica di Hyeres (FRA), la Copa Princessa Sofia (ESP), il Trofeo Nesselblatt (GER), l’Intervela (ITA), Il Trofeo Portoroz(CRO), secondo alle preolimpiche di Kingston (CAN). Dopo l’esperienza come riserva Olimpica a Acapulco 68’ (Messico), partecipa alle Olimpiadi nel 1972 (Kiel Germania) e 1976 (Kingston Canada),nella Classe Finn. Contemporaneamente alle ultime vittorie in Finn, inizia a regatare sulle classi IOR vincendo Sei Titoli Italiani.
Nel 1981 partecipa alla selezione dell’equipaggio di “AZZURRA”, primo Challenger Italiano all’America’s Cup, e ne diventa il timoniere. Nel 1982 vince la Sardinia Cup al timone di “Brava”, Vallicelli 44’. Nel 1983 a Newport R.I. (USA) partecipa alla selezione dei Challenger (Louis Vuitton Cup) all’America’s Cup, al timone del 12mt.S.I. “AZZURRA”,terzo in semifinale dopo AUSTRALIA II (AUS) e VICTORY 83’ ( UK ) , nell’anno in cui per la prima volta dopo 153 anni un Challenger vince l’America’s Cup: AUSTRALIA II. Nello stesso anno vince il Mondiale One Tonner (One Ton Cup) con“Linda” Sciomachen 37’, a Rio de Janerio. A Perth (AUS) vince l’Australia Cup Match race, unico italiano fino ad oggi. Partecipa a numerose Ton Cup (Mondiali di categoria Level Class),è terzo con “Spriz” Ceccarelli 34’ alla ¾ Ton Cup di Kopenhagen (DEN),quinto con “Robadapazzi” Paperini 30’ alla 1/2 Ton Cup di Helsinki (FIN). Prima dell’America’s Cup 1987, dove è skipper e timoniere di “AZZURRA III” si dedica al Match race dove ottiene ottimi risultati nelle regate di Lymington, (UK), New York, Long Beach CA(USA) e Perth (AUS), centrando sempre le semifinali o le finali.
E’ al timone di “Marisa”Brenta 44’ con la squadra Italiana all’Admiral’s Cup 87’. Nel 1989 compie la sua prima attraversata Atlantica partecipando alla Discovery Race da Cadice (ESP) a Santo Domingo (R.Dominicana). Nel 1990 vince con “Eurosia” 46’ la Rolex Swan World Cup a Porto Cervo. Nel 1990 e 1991 vince il Giro d’Italia a Vela con “Citta di Desenzano”e “Castelvecchio Gorizia”. Nel 1992 vince con “Nastro Azzurro” la Gran Regata di Colombo (Discovery Race) da Cadice a San Juan de Portorico e, con “Rrose Selavy” 58’, la Nioulargue a Saint Tropez. Partecipa nel 1993 a due tappe della Whitbread Round The World Race, da Southampton (UK) a Punta del Este (URU) e da Punta del Este a Fremantle (AUS).
Nel 1994 vince il Club Med Challenger a Santa Teresa di Gallura con “Bologna Telethon”, sfida tra i primi cinque del Giro d’Italia, Il Tour de France e La Vuelta de Espania . Con “Eurosia”46’ vince ex aequo la Rolex Swan World Cup.Con “Rrose Selavy” 58’ vince la Nioulargue di Saint Tropez. Nel 1995 con il nuovo Frers 65’ “Rrose Selavy” vince il Trofeo Zegna a Portofino, la Rolex Maxi World Cup a Porto Cervo e le Nioulargue di Saint Tropez. Vince le Olbia Match race con il JOD 35. A fine stagione vince con il Ten PF “Naftaecologica” la classica Millevele di Genova, un’imbarcazione da lui ideata in collaborazione con lo Studio Frers.
Nel 1996 vince il Giro di Sardegna e la Rimini Corfù Rimini con il Ten PF “Naftaecologica”. Con il Vismara 40’ “Querida” vince la Sardinia Cup overall e si classifica al posto d’onore ai Campionati Italiani IMS di Chiavari.
Nel 1997 con il “Rrose Selavy” vince il Trofeo Zegna a Portofino e la Rolex Maxi World Cup a Porto Cervo. Vince la 500 migliaX2(due uomini di equipaggio) di S.M.di Caorle nella flotta JOD35 ad inviti. Nel 1998 vince il Trofeo Zegna a Portofino con “Edimetra”, Frers 65’ e la Barcolana a Trieste con “Riviera di Rimini”, Vallicelli Open 60’.
Nel 1999 partecipa all’Admiral’s Cup su “Moby Lines” Mumm 36’ per la squadra Europa 1( “BravaQ8”, “Merit Cup”, “Moby Lines”) concludendo al posto d’onore. Con il nuovo Maxi Yacht “Rrose Selavy”,Frers 73’, vince il Trofeo Zegna a Portofino, la Giraglia e la Maxi World Cup a Porto Cervo. Con il Ten PF “10 e Lode” vince la “Corsica X 2”(Lavagna,Rapallo, Giro della Corsica, Rapallo).
Nel 1999/2000 viene ingaggiato da RAISPORT per il commento tecnico delle regate di “LUNA ROSSA” della L.V.Cup e dell’America’s Cup a Auckland (NZL). Con “Giacomellisport” 40.7 IMS vince il Trofeo Pirelli a S.M.Ligure, terzo all’ Europeo IMS a Punta Ala,è secondo alla Copa del Rey a Palma de Mallorca (ESP) e al Camp.Italiano di Riva di Traiano. Con “Rrose Selavy”73’ vince il Trofeo Zegna a Portofino,la Giraglia,la Maxi World Cup di Porto Cervo. A fine stagione commenta per la RAI le Olimpiadi della Vela a SIDNEY 2000.
Nel 2001 con il nuovo IMX 40’ “Giacomellisport” vince il Trofeo Pirelli ,è quinto al Mondiale IMS di Valencia (ESP),terzo a Palma de Mallorca (ESP) alla Copa del Rey. Con “Rrose Selavy” Frers 73’ vince il Campionato del Mediterraneo Maxi Yacht ( Portofino, Capri, Napoli, St.Tropez, Porto Cervo). Con “ARIA” 8mt. S.I. partecipa alla AMERICA’S CUP JUBILEE è terzo nella categoria Small Bermudian. Nella Round the Island Race, la regata storica dello Schooner “America”,è settimo assoluto in classifica generale con una delle barche più piccole della flotta partecipante. Ha navigato a bordo degli Schooner “Mariette” , “Orion” , “Roberta III” e sul 12mt.S.I.Classic “Flica II” , partecipando a numerose regate per barche d’ Epoca.
Dal 1999 è editorialista per la rivista nautica FARE VELA.
Dal 2000 è Consigliere Nazionale F.I.V.(Federazione Italiana Vela), in rappresentanza degli atleti. Si occupa dell’organizzazione di Barche e Equipaggi per i grandi Eventi. Organizza Corsi di perfezionamento su Monotipi e barche d’Altura. E’ testimonial Telethon (Ass. per la ricerca sulle malattie genetiche). 
 

Mal di mare?

Mal di Mare?

Soffrite di mal di mare? I rimedi tradizionali quali farmaci o braccialetti non risolvono il problema? Provate SEA SICKNESS RELIEF. Sembra essere rimedio piu’ efficace. In allegato pagina( in lingua inglese) che descrive il prodotto e il suo funzionamento. Per l’acquisto esistono siti online che lo vendono in Inghilterra.

 

SEA SICKNESS RELIEFBAND
Click here to enlarge

 

RELIEFBAND is a drug free way to control the debilitating symptoms of travel sickness, whether by air, sea, road or rail.

Since the ReliefBand was first introduced in the UK, thousands of yachtsmen have benefited. Customers converted to the ReliefBand include dyed-in-the-wool skeptics astonished at the effectiveness of the device.

Working on the Nei Kuan acupressure point this clinical product from the US was designed to relieve the nausea that comes with morning sickness and chemotherapy. It also relieves all kinds of motion sickness including seasickness. What’s more, you need not wear it all the time just put it on when you start to feel sick and within 15 to 20 minutes you will feel the benefit.

The scientific papers indicate that for general motion sickness more than 90% of users experience a relief in their symptoms when using the ReliefBand. However, of the thousands of ReliefBands that we sell for sea sickness we have had no reports that the product failed to work for anyone in the last year (17 October 2005 and updated at 11 August 2006). For example, “CT” was an Officer of the Royal Navy whom we met after she had resigned from the service suffering from chronic sea sickness. She wrote of the ReliefBand, “I’m so delighted with the result I’d be more than happy to talk to anyone about my experiences to convince you to give it a try rather than just giving up on sailing”.

The ReliefBand is CE marked and cleared for non prescription sales for the relief of motion sickness and morning sickness. Worn like a watch on the underside of the wrist, it emits gentle electrical signals that interfere with the nerve activity that cause nausea. This stimulation, which feels like a tingling in the hand, blocks nausea/vomiting messages between the brain and stomach. Five power levels assure the right amount of stimulation. Because it is not a drug, users will not suffer the headache, drowsiness, dizziness or other side effects typical of most medicinal remedies on the market. Also, instead of having to take something several hours in advance, the ReliefBand can be used at any time, even after nausea symptoms start. There are no restrictions on consumption of food, beverages or medications with the use of ReliefBand. Now with the ReliefBand Device, you have can enjoy riding in cars, aeroplanes, boats, amusement park rides without suffering from motion sickness.

ReliefBand is registered in the EU as a Class II (a) Medical Device and is appropriately CE marked. It can be sold over the counter for the relief of motion sickness and for the relief of morning sickness during pregnancy. The ReliefBand Device is the only drug-free remedy to have cleared the US Food and Drug Administration for treatment under prescription of nausea and vomiting due to pregnancy, chemotherapy, motion sickness, and as an adjunct to antiemetics for post-operative nausea. ReliefBand contains natural rubber latex which may cause an allergic reaction.

The ReliefBand Features:

* Adjustable output: One to five power setting levels

* Light indicates operation and low battery condition

* Adjustable strap

* Includes 10ml tube of conductivity gel