Personaggi della Vela: Laura Dekker

Laura Dekker

Tredicenne olandese, si stava candidando a diventare la piu’ giovane velista a circummnavigare il globo su una barca a vela in solitario. Il tribunale olandese ha pero’ bloccato la sua sfida.

In allegato un articolo( tratto da www.corriere.it) sulla vicenda e il sito della navigatrice ( per ora solo in lingua olandese) www.lauradekker.nl

 

Velista 13enne non farà il giro del mondo

Laura Dekker bloccata da tribunale olandese e affidata ai servizi sociali: l’impresa sarebbe durata due anni

MILANO – Laura Dekker, olandese di 13 anni, non può realizzare il suo sogno, almeno per il momento: circumnavigare il globo in barca a vela in solitaria. Motivo: è troppo giovane. Laura voleva partire a settembre, per diventare la più giovane velista ad aver realizzato l’impresa che sarebbe durata due anni.

SOTTO TUTELA – Lo stop è arrivato dalla giustizia olandese: il tribunale dei minori di Utrecht ha sospeso la patria potestà dei genitori per due mesi e ha deciso l’apertura di un’inchiesta per valutare l’impatto che una simile esperienza può avere sullo stato fisico e psichico della ragazza. Per due mesi i genitori dovranno negoziare tutte le decisioni importanti riguardanti la figlia. «Questo – spiega il tribunale – significa che Laura non può cominciare il suo viaggio intorno al mondo senza il consenso dei servizi sociali». La ragazza non era in aula. Il padre ha ascoltato la sentenza, ma non ha voluto rilasciare dichiarazioni. Erano stati proprio i servizi di protezione dell’infanzia a chiedere l’affidamento temporaneo, dopo che il padre aveva chiesto a luglio un’autorizzazione per dispensarla per due anni dall’obbligo scolastico.

SU UNA BARCA – Laura Dekker aveva fatto parlare di sé anche in Gran Bretagna. A maggio, scrivono i media olandesi, era stata bloccata dalle autorità portuali di Lowestoft, che non volevano farla ripartire da sola sulla sua barca “Guppy”. La ragazza il mare ce l’ha nel sangue, essendo nata da genitori patiti della vela. Non solo: quando è venuta al mondo, al largo delle coste neozelandesi, i genitori erano impegnati in un giro del mondo durato sette anni. Una famiglia davvero cosmopolita, tanto che Laura ha tre nazionalità: olandese, tedesca e neozelandese. Aveva pensato di trasferirsi in Nuova Zelanda per salpare sul suo “Guppy”, ma le autorità olandesi hanno fatto sapere che i servizi di tutela dei minori del Paese avrebbero avuto lo stesso atteggiamento. Ma Laura non demorde: «Da quando ho dieci anni so che mi piacerebbe tantissimo fare il giro del mondo. Mi sembra una cosa molto carina», ha detto in tv. Un giorno il suo sogno diventerà realtà.

RECORD A UN INGLESE – Per il momento però il record di skipper più giovane ad aver girato il mondo in solitaria spetta a Mike Perham, inglese di 17 anni. Partito il 15 novembre 2008 da Portsmouth, ha viaggiato per 30mila miglia attraversando l’Atlantico, fino al Capo di Buona Speranza, raggiungendo poi l’Australia e la Nuova Zelanda. Da qui è ripartito verso nordest fino al Canale di Panama tornando così nell’Atlantico. Un viaggio in cui Perham ha sfidato il vento e le onde, affrontando anche numerosi problemi tecnici che lo hanno costretto a diverse soste. Dopo nove mesi, due giorni fa ha tagliato il traguardo situato tra Lizar Point, in Cornovaglia, e Ushant in Francia, scortato dalla Royal

 

 

Nuova normativa per i giubbotti salvagente

Nuova normativa per i giubbotti salvagente

Di seguito tutti i riferimenti relativi alla nuiva normativa entrata in vigore il 18 marzo 2009.

 

NORMATIVE ITALIANE Normrimento Requisiti secondo il regolamento di attuazione del codice della nautica

 UNI EN ISO 12402-3 Requisiti minimi per: navi, imbarcazioni e natanti da diporto adibite anche al noleggio

per navigazione oltre 6 miglia

UNI EN ISO 12402-4 Requisiti minimi per: navi, imbarcazioni e natanti da diporto adibite anche al noleggio

per navigazione da 300 metri fino a 6 miglia

UNI EN ISO 12402-5 Requisiti minimi per utilizzatori di tavole a vela, acquascooter e unità similari. Da indossare permanentemente.

IMPIEGO A BORDO DELLE UNITA’ DA DIPORTO DEI DISPOSITIVI INDIVIDUALI DI GALLEGGIAMENTO

– GIUBBOTTI DI SALVATAGGIO ISO 12402

Vi informiamo che è stata emanata in data 18/03/2009 circolare informativa con valore immediato da parte del Ministero

delle Infrastrutture e dei trasporti sull’impiego a bordo delle unità da diporto dei dispositivi individuali di galleggiamento.

Di seguito vi riportiamo i passaggi principali:

– Gli unici dispositivi consentiti sono quelli relativi alla marcatura

 

ISO 12402 (100N – 150N – 275N)

– La galleggiabilità minima delle cinture di salvataggio da utilizzare è in funzione della distanza di navigazione

dalla costa:

 

da 300 metri fino a 6 miglia 100 N

– Si precisa che le cinture oggi già presenti a bordo (cioè quelle con marcature EN 395) possono essere mantenute

in uso purchè rispettino la galleggiabilità minima in relazione alla distanza della navigazione dalla costa.

– I dispositivi marcati

SOLAS MED per essere utilizzati a bordo di unità da diporto devono rispondere alle

direttive emendate dalla

MSC.200(80) e successivi emendamenti

oltre le 6 miglia 150 N

Atlantic Rally for Cruisers ARC

ARC Atlantic Rally for Cruisers

Famoso rally transatlantico annuale con partenza da Las Palmas di Gran Canaria ed arrivo dopo 2.700 miglia nell’isola caraibica di Santa Lucia. Giunto alla 24°edizione (partenza il 22 novembre 2009), vede partecipare oltre 200 imbarcazioni ( da 8,23 mt). Il clima e’ quello di un rally non competitivo, anche se esiste un gruppo con finalita’ agonistiche ( e per tali regolamentato).

Segnaliamo il sito dell’ente organizzatore  www.worldcruising.com e alleghiamo una presentazione in lingua. World Cruising Club organizza eventi formativi oltre ad altri importanti rally. ( vedi sezione eventi del sito)

 

Full Entry List for ARC 2009
30 June 2009

Entries have now closed for this year’s Atlantic Rally for Cruisers (ARC), the 24th edition of this world-famous annual transatlantic rally that has defied the economic doom and gloom yet again. The Rally organisers, World Cruising Club, have now opened a waiting list after accepting 225 entries for the 2009 rally.

Caimen and Mollyhawks' Shadow - ARC08There are 28 countries represented in this year’s event that starts on 22nd November in Las Palmas de Gran Canaria. As befits the largest transocean sailing event, every year the ARC brings together over 200 yachts from all over the world, and is without doubt the most popular way to cross the Atlantic. The destination is the Caribbean island of Saint Lucia, one of the most beautiful in the Lesser Antilles. The 2700 nautical mile passage on the NE tradewind route takes typically takes between 14 and 21 days and the fleet reaches its destination and the finish line in Rodney Bay.

Whilst fundamentally a fun rally for cruising yachts, the ARC does have a more serious Racing Division, run under the auspices of the Royal Ocean Racing Club (RORC). Yachts in the Racing Divisions are not permitted to use their engines for propulsion (unlike the cruisers), although use of autopilots is allowed.

The ARC distinguishes itself by successfully combining racing and cruising yachts with a mix of older and younger participants, all of whom thoroughly enjoy the varied entertainment that is on offer for all ages at both the start and finish ports  

Giancarlo Basile

Parola di skipper di Giancarlo Basile. Incontri nautici 2007. Un manuale per sopravvivere nel mondo della vela senza farsi male.

La raccolta di oltre 100 articoli mensilmente presentati nella rivista  Bolina.

Ma chi e’ Giancarlo Basile:

Nato il 6 Dicembre 1931 a La Maddalena dove il padre era Ufficiale di Marina li destinato. Si considera pugliese come entrambi i genitori.
Frequenta l’Accademia Navale dal 1951 al 1955, dove si distinse nello sport della vela, ottenendo il brevetto di abilità marinaresca.
-Destinazioni:
.1956, da GM, su Nave San Giorgio, ai servizi Rotta e Dettaglio; su Artica II, lo yawl dello Sport Velico MM che vinse la prima regata STA da Torbay a Lisbona.
.1957-58, da STV, a Pensacola (Florida), per il corso di pilota antisom presso la Scuola di Pilotaggio della US Navy.
.1958-59, da STV, all’87° Gruppo Antisom di Catania-Fontanarossa e Sigonella.
.1960, da TV, all’86° Gruppo Antisom di Napoli-Capodichino.
.1961, da TV, nave scuola Corsaro II, come Ufficiale in Seconda.
.1962, da TV, nave Altair, come Ufficiale in Seconda.
.1963, da TV, a Brindisi come Capo Squadriglia Motosiluranti.
.1964, da TV, ad Augusta come Comandante di nave Albatros (Scuola Comando).
.1965, da TV, a Taranto come Comandante di nave Sibilla e, da Ottobre, della Stella Polare per la 1° Campagna d’istruzione.
.1966, da TV, come Comandante della Stella Polare e, da Aprile, all’86° Gruppo Antisom di Napoli-Capodichino, con una breve parentesi di imbarco sulla Stella Polare con il primo equipaggio per la regata della Giraglia in Luglio.
.1968, da CC, come Capo Centrale Operativa del Maridipart Napoli, con una parentesi di 6 mesi di nuovo comando della Stella Polare per la 2° Campagna d’istruzione, comprendente la regata transatlantica.
.1969, da CC, come Capo Centrale Operativa di Maridipart Napoli.
.1970: dimissioni dalla MM, per motivi principalmente familiari, e assunzione come pilota di linea da parte dell’Alitalia.
.1971- 1991: coperte tutte le linee nazionali, internazionali ed intercontinentali dell’Alitalia.
.1992 – imbarco sull’Amerigo Vespucci come giornalista per le Colombiadi, col C.te Schiavoni.
.Dal ’91 a oggi: attività da giornalista per alcune riviste nautiche (Bolina, Lega Navale), varie regate (Campionati invernali di Fiumicino e Riva di Traiano, raduni di barche d’epoca, e attività varie nel settore della nautica).